6 Febbraio, 2021

Top Mountain Motorcycle Museum: un luogo da non dimenticare

All’inizio di gennaio 2021 il Top Mountain Motorcycle Museum è andato in fiamme. Purtroppo non è stato possibile fare nulla per la collezione di auto e moto al suo interno. Ma per non dimenticare questo luogo unico nel suo genere, abbiamo scelto di raccontartelo, così che anche se non lo hai mai visitato possa ugualmente rimanere nei tuoi ricordi. 

Un gioiello tra le montagne 

La Strada del Passo del Rombo – che collega il Tirolo Settentrionale (in Austria) con l’Alto Adige – è molto amata dai motociclisti. Quale luogo migliore per far sorgere un museo dedicato alle due ruote? Probabilmente è questo che devono essersi detti i fratelli Scheiber che hanno dato via al Top Mountain Motorcycle Museum nel 2016. 

Sito a ben 2175 metri sul livello del mare, era l’esposizione permanente di questo genere che si trovava più in alto in Europa. I suoi 3000 metri quadrati erano perfettamente integrati nel meraviglioso paesaggio alpino. Grazie ad una struttura dalle linee morbide in legno ed acciaio si fondeva alla perfezione con il territorio, soprattutto nella stagione invernale quando tutto si tingeva di bianco grazie alle abbondanti nevicate d’alta quota. 

Oltre 230 moto da ammirare

Fino a pochissimo tempo fa al suo interno erano esposte più di 230 motociclette, di oltre 100 produttori diversi e di tutte le epoche. Motoguzzi, MV Augusta, Ducati, BMW, DKW, Zündapp, Triumph, Sunbeam, Matchless, Brough Superior, Vincent, Honda, Henderson, Indian e ultime ma non meno importanti, le Harley Davidson. Il modello più antico in mostra risaliva al periodo imperiale: una Laurin & Klement del 1905. Un vero e proprio pezzo di storia. 

Ma non è tutto. Nel Top Mountain Motorcycle Museum c’era spazio anche per dei modelli iconici di quattro ruote. Tra quelli veramente degni di nota c’erano una Ferrari Californian Spider, una Porsche 959 e una Lotus 23B: tutte e tre indimenticabili. 

Molto più che un museo

Ma quello di cui ti stiamo parlando era molto più di un museo. L’edificio in cui si trovava in realtà era un polo multifunzionale – il Top Mountain Crosspoint – che ospitava anche la stazione a valle della cabinovia Kirchenkar, un meraviglioso ristorante panoramico e la stazione di pedaggio stradale del passo del Rombo. In poche parole, un luogo perfetto dove fermarsi e vivere un’esperienza unica

Un luogo con una storia, di famiglia

La Strada del Passo del Rombo ha una storia particolare. A costruirla fu proprio il nonno dei fratelli Scheiber, negli anni 50. Fino ad allora c’erano dei sentieri a collegare i due versanti, ma sicuramente non erano facilmente percorribili. I lavori presero il via nel 1955 e quattro anni dopo venne inaugurata solamente nel versante austriaco. Bisognerà aspettare altri 9 anni perché venga messa a punto anche in Italia, collegando così la Val Passiria con quella dell’Ötzal. 

La realizzazione di un sogno

Probabilmente sarà anche per questo che Alban e Attila hanno scelto proprio questo luogo così importante per la loro famiglia per realizzare il loro sogno. Se ti capiterà di fare uno dei tour delle dolomiti su due ruote o dei percorsi in moto del Trentino ti suggeriamo di prevedere una piccola deviazione e raggiungere quello che fu il Top Mountain Motorcycle Museum. Non solo nella speranza che riapra, ma anche per non perdere l’opportunità di guardare uno dei panorami più belli a cavallo tra l’Austria e l’Italia

 

Riconoscimento editoriale fotografico: Styve Reineck / Shutterstock.com

In promozione

Kymco Agility 300 da € 3.890 f.c., tuo in 48 ore!

Promozione Kymco Agility 300

Nuovo Kymco Agility 300 a partire da € 3.890 f.c. con consegna in 48 ore!

Scopri
Usato MV Agusta in Edizione Limitata!

MV Special Edition

Garage75 propone in vendita 4 moto uniche MV Agusta in edizione limitata!

Scopri

Garage75

Garage 75

Cambia colori Reset dei colori Contatto veloce ORARI DEL NEGOZIO